La fascia della salute

Anche se soltanto da pochi decenni l'elettromagnetoterapia viene utilizzata in molti ospedali per curare le malattie artro-reumatiche, non dobbiamo dimenticare che colui che per primo scoprì benefici effetti delle onde Hertziane fu un medico russo di nome Danilewski nel lontano 1900.

Questa terapia fu subito adottata e perfezionata da un medico francese di nome D'Arsonval e da un altro russo di nome Lakoski.

Negli anni 1960/1970, i giapponesi Kukaba e Yasuda , gli americani Bassett e Pilla ed il fisico francese Fellus, scoprirono che le onde Hertziane oltre a rigenerare le cellule lese da cause infettive, chimiche, meccaniche, miglioravano le cinetica enzimatica, acceleravano i tempi di rigenerazione dei tessuti epidermici e delle fratture ossee, producevano un'azione antiedematosa, antiflogistica ed antalgica, agivano inoltre sul sistema centrale neurovegetativo e sul sistema vascolare, riducendo la viscosità del sangue ed aumentandone l'ossigenazione.

Dai test condotti da questi ricercatori su 100 pazienti sottoposti ad un trattamento di magnetoterapia, resultò che il 90% di essi aveva conseguito la completa guarigione ed il rimanente 10% un notevole miglioramento delle proprie condizioni psicofisiche.

Le affezioni che possono essere trattate con la magnetoterapia senza alcuna contraindicazione, sono le seguenti:

LESIONI TRAUMATICHE

La Magnetoterapia elimina i dolori provocati da tali lesioni ed accelera la guarigione di fratture ossee, lussazioni, distorsioni.

MALATTIE REUMATICHE

Cura tutte le malattie reumatiche, quali mialgie cervicali, lombalgie, artrosi, epicondiliti, dolori alla schiena, infiammazione del ginocchio, delle articolazioni, del calcagno e del polso, delle dita, ecc.

FRATTURE OSSEE-LUSSAZIONE

La magnetoterapia accelera il processo di ricalcificazione,rigenerazione,saldatura del tessuto osseo in coloro che hanno subito fratture in seguito ad incedenti stradale o sul lavoro o ad attività sportive.

CICATRIZZAZIONE FERITE

Accelera la cicatrizzazione di ferite e rigenera velocemente il tessuto epidermico su piaghe, tagli, ustioni.

MALATTIE PELLE

Cura le diverse forme di acne, psoriasi, eczema, herpes zooster (fuoco di s.antonio), ecc.

ATROLISI – TENDINITI

Cura tutte le forme di atrolisi del ginocchio, del polso e di tendiniti che interessano in particolar modo le estremità dei muscoli passivi.

MALATTIE CARDIOVASCOLARI

Cura e lenisce i dolori provocati da flebiti, edemi, linfoedemi, varici, vasculopatie, vene varicose, gambe pesanti e piedi freddi dovuti ad una circolazione lenta e difficoltosa riducendo la viscosità del sangue ed aumentando la sua ossigenazione.

MALATTIE URO-GINECOLOGICHE

Cura le affezioni della prostata in fase iniziale e tutti gli stati infiammatori, riduce i dolori mestruali.

GENGIVITI – MAL DI DENTI

Attenua il dolore legato a questo tipo di affezione, decongestionando le gengive gonfie e sanguinanti.

NEVRALGIE TRIGEMINO

Attenua l'acuta sensazione di dolore associata all'infiammazione del nervo trigemino.

RINITE – SINUSITE

Riduce l'infiammazione della mucosa nasale e della gola, causata da raffreddori, allergie e dal freddo.

CEFALEE – EMICRANIE – VERTIGINI

Attenua vistosamente il dolore alla testa persistente e diffuso e quello localizzato in determinate aree, eliminando gli effetti ad esso associati, come nausa, vertigini e malessere diffuso.

RUGHE FACCIALI

Aumentando l'apporto di ossigeno ai tessuti, tonifica la pelle e distende i tratti del viso, facendo apparire il viso più iluminoso e disteso.

 

ARTROSI ALLA SPALLA.

ARTROSI CERVICALE

TORCICOLLO.

Produce un decisivo sollievo durante le fasi più acute di tali affezioni, caratterizzate da dolori diffusi nella regione dorsale ed in quella cervicale, con compromissione anche grave del movimento.

ARTROSI LOMBARI

ARTROSI DORSALI

ARTROSI SACRALI

Elimina il dolore che sempre si accompagna alla fase più acuta di queste affezioni, particolarmente diffuse nel periodo invernale.

ASMA- BRONCHITI

DOLORI PETTORALI

Determina un sensible miglioramento degli effetti talora devastanti provocati da queste affezioni, culminanti in attacchi asmatici più o meno gravi, accompagnati da cefalea, malessere e dispnea. Previene il deterioramento di tali affezioni ad enfisema polmonare.

STRAPI MUSCOLARI

Attenua il dolore conseguente alla parziale lacerazione delle fibre di un muscolo, causata da un movimento brusco e violento.

SCIATICA

Elimina i dolori acuti che in questo tipo di affezione investono tutto il nervo sciatico e le sue branche, localizzati nella regione sacrale, nella parte posteriore della coscia e del polpaccio.

ATROFIA MUSCOLARE

Attenua la sensazione dolorosa que si accompagna a questa malattia, caratterizzata da una graduale diminuzione delle masse muscolari, con conseguenti disturbi della movilità.

CELLULITE

La magnetoterapia viene utilizzata con risultati soddisfacenti anche nella riduzione dell'infiammazione del tessuto sottocutaneo, che va sotto il nome di cellulite.

VENE VARICOSE

Agendo in profondità, riduce la dilatazione delle vene, causata dalla compressione che impedisce il ritorno del sangue venoso verso il cuore e previene la conseguente formazione di edemi ed ulcere.

OSTEOPOROSI

Favorendo la ricalcificazione del tessuto osseo è efficace nella cura e nella prevenzione dell'osteoporosi, cioè dell'atrofia delle ossa que colpisce in particolare le persone anziane.

 

POTENZIA DIFESE ORGANISMO

La magnetoterapia migliora lo stato di salute perchè, oltre a lla sua azione antistress, rigenera le cellule lese, migliorando la cinetica enzimatica ed aumentando l'afflusso di ossigeno nel sangue.

Attenua gli stati infiammatori e lenisce velocemente i dolori.

Poichè la magnetoterapia non è assolutamente pericolosa e non produce alcun effetto collaterale, può essere utilizza da qualsiasi persona, compresi i bambini e gli anziani.

NOTA: Non devono assolutamente sottoporvisi gli individui affetti da scompensi cardiaci, i portatori di pace-marker e le donne durante il periodo della gravidanza.

Constatata le reale efficacia di tale terapia, molti ospedali ed ambulatori indirizzano alla nostra sede i propri pazienti, fornendoli di una ricetta medica che prescrive l'acquisto di un LX.811.

Ciò ha suscitato inizialmente la nostra perplesità, visto che fino a quel momento mai nessuno si era presentato da noi per acquistare un progetto di elettronica con una ricetta medica, tanto che inizialmente abbiamo provveduto a contattare i rispettivi medici per avere un riscontro.

Ci è stato così spiegato che si trattava di pazienti che per potere guarire, dovevano praticare quotidianamente due-tre applicazione con la magnetoterapia, di 40 minuti cadauna, per un periodo di tempo di almeno 1 mese e che, non disponendo i presidi medici ed ospedalieri ai quali essi si erano rivolti, di un numero sufficente di apparecchiature per soddisfare tutte le richieste, si era pensato di risolvere il problema facendo loro acquistare l'apparecchiatura LX.811.

Oltre a spendere una modica cifra, il paziente aveva il vantaggio di potere effettuare tale terapia a domicilio, a qualsiasi ora del giorno e senza sottostare ai lunghi tempi di attesa imposti dalle USL.

Fu in questa ed in successive occasioni che ricevemmo dai vari medici una critica che abbiamo accolto di buon grado e cioè:

"Il dischetto pubblicato sulla rivista N.- 119 anno ......a il pregio di concentrare l'effetto terapeutico su una ristretta zona del corpo, ma come contropartita presenta il diffetto di risultare poco prattico da usare"

"La fascia presentata sulla rivista n 101/102 ha il pregio di risultare molto più pratica da usare essendo possibile, grazie alla sua flessibilità, avvolgerla comodamente attorno alla zona dolente, ginocchio, schiena, collo, gamba, ecc., ma agendo su una superficie più ampia presenta il defetto di erogare un segnale minore".

Abbiamo perciò cercato di realizzare una fascia che potesse erogare dall'intera sua superficie la stessa potenza che avevamo concentrato su quella assai più ristretta del dischetto e, dopo diverse prove, e nata questa fascia a duplice spira chiusa.

Per arrivare a questa configurazione ci sono voluti quasi 6 mesi di lavoro e ve ne spiegheremo anche il motivo.

Inizialmente, abbiamo tentato di utilizzare la normale fascia lunga 1 metro, cercando di aumentarne la potenza, ottenendo risultati pratici poco soddisfacenti, perchè il segnale veniva attenuato dalla capacità presente tra i fili del segnale e quelli di massa.

Abbiamo allora pensato di utilizzare una piattina più larga modificando la spaziatura tra i diversi fili e così facendo, abbiamo attenuto un sensible miglioramento.

Dopo numerose prove e controprove abbiamo scoperto che con una spira chuisa la potenza aumentava considerevolmente.

Abbiamo allora pensato di realizzare una piattina con una spira chiusa di più ampie dimensioni e constatato che la potenza irradiante aumentava, abbiamo provato a porre due spire chiuse in parallelo, ottenendo un raddoppio della potenza irradiata.

A questo punto, occorreva solo ricercare l'idonea spaziatura tra spira e spira per evitare attenuazione capacitive, quindi partendo con un determinato numero di fili, aggiungendone o togliendone , abbiamo cercato di trovare la larghezza ideale delle piste. Dopo il controllo strumentale que poteva solo darci conferma della magiore potenza irradiata, dovevamo verificare la reale efficacia della nuova fascia, praticando la terapia su un campioni di pazienti affetti dalle più diverse malattie, cosa che ci ha tenuto impegnati per circa di 6 mesi.

Ottenuta conferma della sua aumentata efficacia, passiamo ora proporvene la realizzazione pratica.

UTILE  A  SAPERSI

La magnetoterapia non va confusa con l'elettroestimulazione.

L'elettrostimulazione serve solo per attenuare momentaneamente un dolore, cioè funziona da semplice e momentaneo analgesico, ma non guarisce.

La magnetoterapia, sia di alta frequenza che da bassa frequenza, attenua anch'essa il dolore, ma esplica una seconda e più importante funzione, cioè cura la parte ammalata permettendo una rapida guarigione.

Disimfiamma tessuti ed articolazioni, ed in caso di fratture rigenera il tessuto osseo.

Rigenera anche i tessuti cutanei, impedendo che tagli anche profondi possano creare delle deturpanti sicatrici.

E, ancora, ossigena il sangue, disinfiamma le cellule, rende più fluido il sangue che scorre nelle vene, azione che permette di mantenere un generale buon stato di salute.

Non lasciativi trarre in inganno dalle tante apparecchiature similari pubblicizzate dai diversi canali televisi, perchè non garantite da una sufficente serietà professionale.

Un nostro lettore che ha acquistato un apparecchio per Laser-terapia pubblicizzato in TV, solo per entrare in possesso di un diodo laser, aprendolo, ha trovato al su interno un normale diodo emittente all'infrarosso del tipo installato nei comuni telecomandi per cambiare a distanza il canali TV.

Comprenderete che, senza spendere la cifra necessaria per l'acquisto di un apparecchio per LASSER TERAPIA, potreste benissimo appoggiare sulla parte dolorante il vostro telecomando, ma potrete essere certi che non ne trarrete alcun benefficio, perchè l'infrarosso di potenza così limitata non produce nessun effetto curativo e può servire al massimo per ascendere o cambiare canale al vostro televisore.

<< Nuova casella di testo >>

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Riparazione assistenza esclusivamente a domicilio. Via Mazzo, 13 Rho Milano Cell 338-4228-500 P.I. 08286660967.